Barbera del Monferrato Superiore

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI
DECRETO 27 giugno 2008
Riconoscimento della denominazione di origine controllata e garantita 
del vino «Barbera del Monferrato Superiore» 
e approvazione del relativo disciplinare di produzione. 
(GU n. 158 del 8-7-2008)

IL DIRETTORE GENERALE
dello sviluppo agroalimentare, qualita’ e tutela del consumatore

Vista la legge 10 febbraio 1992, n. 164, recante nuova disciplina delle denominazioni di origine dei vini;
Visti i decreti di attuazione, finora emanati, della predetta legge;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 20 aprile 1994, n. 348, con il quale e’ stato emanato il regolamento recante la disciplina del procedimento di riconoscimento di denominazione di origine dei vini;
Vista la legge 27 marzo 2001, n. 122, recante disposizioni modificative e integrative alla normativa che disciplina il settore agricolo e forestale;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 9 gennaio 1970 e successive modifiche con il quale e’ stata riconosciuta la denominazione di origine controllata del vino «Barbera del Monferrato» ed e’ stato approvato il relativo disciplinare di produzione;
Vista la domanda presentata dalla regione Piemonte in data 28 marzo 2007, su istanza del Consorzio di Tutela Vini d’Asti e del Monferrato, intesa ad ottenere il riconoscimento della denominazione di origine controllata e garantita del vino «Barbera del Monferrato Superiore», gia’ tipologia della denominazione di origine controllata «Barbera del Monferrato»;
Visti i lavori e la documentazione della Commissione delegata per la regione Piemonte per l’accertamento del «particolare pregio»;
Visti il parere favorevole del Comitato nazionale per la tutela e la valorizzazione delle denominazioni di origine e delle indicazioni geografiche tipiche dei vini sulla citata domanda e la proposta del relativo disciplinare di produzione del vino a denominazione di origine controllata e garantita «Barbera del Monferrato Superiore» pubblicati nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 56 del 6 marzo 2008;
Considerato che non sono pervenute, nei termini e nei modi previsti, istanze o controdeduzioni da parte degli interessati relative al parere e alla proposta sopra citati;
Ritenuto pertanto necessario doversi procedere al riconoscimento della denominazione di origine controllata e garantita «Barbera del Monferrato Superiore» ed all’approvazione del relativo disciplinare di produzione del vino in argomento, in conformita’ al parere espresso ed alla proposta formulata dal sopra citato Comitato;

Decreta:

Art. 1.
1. La denominazione di origine controllata del vino «Barbera del Monferrato Superiore», riconosciuta con decreto del Presidente della
Repubblica 9 gennaio 1970, e’ riconosciuta come denominazione di origine controllata e garantita «Barbera del Monferrato Superiore» ed e’ approvato, nel testo annesso al presente decreto, il relativo disciplinare di produzione.
2. La denominazione di origine controllata e garantita «Barbera del Monferrato Superiore» e’ riservata al vino che risponde alle condizioni ed ai requisiti stabiliti nel disciplinare di produzione di cui al comma 1 del presente articolo, le cui disposizioni entrano in vigore a decorrere dalla vendemmia 2008.
3. La tipologia «Barbera del Monferrato» superiore facente parte della denominazione di origine controllata «Barbera del Monferrato» di cui al decreto del Presidente della Repubblica 9 gennaio 1970 deve intendersi revocata a decorrere dalla entrata in vigore del presente decreto, fatti salvi tutti gli effetti determinatisi.

Art. 2.
1. I soggetti che intendono rivendicare, a partire gia’ dalla vendemmia 2008, il vino a denominazione di origine controllata e garantita «Barbera del Monferrato Superiore» proveniente da vigneti non ancora iscritti al relativo albo, ma aventi base ampelografica
conforme alle disposizioni dell’annesso disciplinare di produzione, sono tenuti ad effettuare, ai sensi e per gli effetti dell’art. 15
della legge 10 febbraio 1992, n. 164, del decreto ministeriale 27 marzo 2001 e dell’accordo Stato regioni e province autonome 25 luglio 2002, la denuncia dei rispettivi terreni vitati, ai fini dell’iscrizione dei medesimi all’apposito albo dei vigneti «Barbera del Monferrato Superiore» DOCG;
2. Ai soli fini dell’iscrizione di cui al comma precedente ed in deroga a quanto esposto nel precedente art. 1, le disposizioni concernenti l’annesso disciplinare di produzione decorrono dalla data di pubblicazione del presente decreto nella Gazzetta Ufficiale.

Art. 3.
1. I quantitativi di vino a denominazione di origine controllata e/o atti a divenire a denominazione di origine controllata «Barbera del Monferrato superiore», ottenuti in conformita’ delle disposizioni contenute nel disciplinare di produzione approvato con decreto del Presidente della Repubblica 9 gennaio 1970 e successive modifiche, provenienti dalla vendemmia 2007 e precedenti, che alla data di entrata in vigore del disciplinare di produzione annesso al presente decreto trovansi gia’ confezionati, in corso di confezionamento o in fase di elaborazione, possono essere commercializzati fino ad esaurimento delle scorte con la D.O.C., a condizione che le ditte produttrici interessate comunichino al soggetto autorizzato al controllo sulla produzione della DOCG in questione, ai sensi della specifica vigente normativa, entro sessanta giorni dalla citata data di entrata in vigore dell’annesso disciplinare, i quantitativi di prodotto giacenti presso le stesse.

Art. 4.
Chiunque produce, vende, pone in vendita o comunque distribuisce per il consumo vini con la denominazione di origine controllata e garantita «Barbera del Monferrato Superiore» e’ tenuto a norma di legge, all’osservanza delle condizioni e dei requisiti stabiliti nell’annesso disciplinare di produzione.

Art. 5.
1. All’allegato A sono riportati i codici delle tipologie dei vini a denominazione di origine controllata e garantita «Barbera del Monferrato Superiore», di cui all’art. 7 del decreto ministeriale 28 dicembre 2006.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. Roma, 27 giugno 2008
Il direttore generale: Deserti


IL TESTO DEL DISCIPLINARE SARA’ CARICATO AL PIU’ PRESTO
Nel frattempo vi invitiamo a consultare il testo registrato nel sito della
Gazzetta Ufficiale 

 

 

Carlo Macchi Andrea Petrini Roberto Giuliani Luciano Pignataro Sefano Tesi Kyle Phillips Lorenzo Colombo Angelo Peretti


PROSSIMI APPUNTAMENTI
  1. FIVI: L’OTTAVA EDIZIONE DEL MERCATO DI PIACENZA

    24 novembre 2018 - 25 novembre 2018
  2. 48 ore di Grandi Langhe

    28 gennaio 2019 - 29 gennaio 2019