Bosca “Riserva del Nonno” a Canelli

Sabato 28 gennaio 2017, la Fisar di Milano (http://fisarmilano.org/) ha organizzato una giornata a Canelli, nel Monferrato, con visita guidata alle storiche cantine Bosca, nei sottosuoli conosciuti come le Cattedrali Sotterranee di Canelli. Un luogo mistico, quasi magico, fatto di volte, di navate e di archi che ricordano le fattezze e la maestosità di una cattedrale. La bellezza ed unicita’ di questo luogo e’ stata riconosciuta nel 2014 anche dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità.

Queste gallerie risalgono al basso Medioevo e furono costruite con lo scopo di stoccare merci destinate ai porti liguri. La caratteristica principale di questo luogo ipogeo, che si snoda per chilometri sotto il centro storico cittadino, è la capacità di mantenere una temperatura costante di 15°C tutto l’anno, rendendolo perfetto per la produzione di spumante. Qui infatti viene affinato e conservato il succo “di vino” che ha reso celebre il metodo classico della famiglia Bosca, la “Riserva del Nonno”.

Le uve utilizzate sono quelle tipiche dello champagne: pinot nero in parte derivante dal Monferrato e in parte selezionato dall’Oltre Po Pavese che conferisce struttura, rotondità e longevità al prodotto e lo chardonnay raccolto nelle vigne sopra Acqui Terme, a Moirano, che conferisce finezza ed eleganza. La vendemmia viene effettuata a mano con una prima selezione delle uve migliori già in vigna. È una vendemmia anticipata che consente di mantenere maggiore acidità e quindi un’elevata freschezza nel prodotto finito e conservare inalterati gli aromi varietali propri dei vitigni. La pigiatura è molto soffice e il primo passaggio è la fermentazione del mosto fiore. Si avrà quindi un vino bianco fermo con un alcolicità del 9-11%.
In tarda primavera, al vino ottenuto vengono aggiunti i lieviti selezionati ed imbottigliato il tutto nelle cosiddette champagnotte che consentono di resistere fino a 9 atmosfere. Le bottiglie vengono chiuse da un tappo a corona con all’interno la bidule di plastica per raccogliere le fecce che si formeranno dalla seconda fermentazione in bottiglia. L’affinamento sui lieviti avviene in catasta per un periodo che va da 30 a 60 mesi. Con la seconda fermentazione, dalla conversione degli zuccheri in alcol, si forma anidride carbonica nella bottiglia la cui pressione raggiunge le 6 atmosfere.
Affinche’ le fecce vadano pian piano a depositarsi sul bidule, i maestri di cantina effettuano manualmente il remuage che consiste nel ruotare giornalmente le bottiglie di 1/6 di giro e inclinarle periodicamente verso il collo della bottiglia in modo che alla fine di questo processo le bottiglie si troveranno in posizione quasi verticale. L’ultimo passaggio, prima di mettere in commercio lo spumante, consiste nel dégorgement à la glace ovvero nella sboccatura dei residui sviluppatesi dalla seconda fermentazione. Alla fine di questo processo si ottiene il fiore all’occhiello della famiglia Bosca.

La “Riserva del Nonno” si presenta di un giallo paglierino intenso tendente al dorato con una luminosità che preannuncia una spiccata freschezza. Il perlage è fine e persistente. I profumi sono quelli classici della crosta di pane e dei lieviti. Profumi primari e secondari che con l’affinamento si evolvono regalando un bouquet ampio. In bocca è caldo, rotondo, secco, fresco e leggermente sapido. Uno spumante equilibrato con un finale persistente e mandorlato.

Carlo Macchi Andrea Petrini Roberto Giuliani Luciano Pignataro Sefano Tesi Kyle Phillips Lorenzo Colombo Angelo Peretti


PROSSIMI APPUNTAMENTI
  1. Territori nel calice: “Barbera”

    23 marzo 2017
  2. Autoctono Wine & Food Tour 2017

    24 marzo 2017 - 23 giugno 2017
  3. Roero Days

    26 marzo 2017 - 27 marzo 2017
  4. “VIN’ A TRANI”, LA COMUNICAZIONE DEL BUON BERE

    26 marzo 2017
  5. Vino In-dipendente

    26 marzo 2017 - 27 marzo 2017
  6. Milano Rum Festival

    1 aprile 2017
  7. Grandi Langhe DOCG

    2 aprile 2017 - 4 aprile 2017
  8. Italia Beer Festival

    7 aprile 2017 - 9 aprile 2017
  9. VINNATUR

    8 aprile 2017 - 10 aprile 2017
  10. Malbec World Day

    19 aprile 2017
  11. I Grandi Terroir del Barolo

    22 aprile 2017 - 25 aprile 2017
  12. Orcia Wine Festival

    22 aprile 2017 - 26 aprile 2017
  13. Gusto in Scena 2017

    23 aprile 2017 - 24 aprile 2017
  14. Fish & Chef 2017

    23 aprile 2017 - 28 aprile 2017
  15. Anteprima Vini della Costa Toscana

    6 maggio 2017 - 7 maggio 2017
  16. Vinissage 2017

    6 maggio 2017 - 7 maggio 2017
  17. Il Barbaresco a Tavola

    12 maggio 2017 @ 20:30 - 26 maggio 2017 @ 23:00
  18. Valcalepio en Primeur

    19 maggio 2017 @ 17:00 - 23:00
  19. Terre d’Italia

    21 maggio 2017 - 22 maggio 2017
  20. Vespaiolona 2017

    23 giugno 2017