Vitigni

In questa sezione del sito – curata da Giovanni Ciocca – abbiamo dato vita a una vera e propria
“antologia ampelografica”, in modo che appassionati e curiosi possano
immediatamente reperire informazioni sui vitigni che trovano citati su una etichetta o un giornale.

Uno strumento prezioso è il REGISTRO NAZIONALE DELLE VARIETA’ DI VITE,
da qualche tempo reso facilmente accessibile sul sito del Mipaf
al link http://catalogoviti.politicheagricole.it/catalogo.php

Aglianico

Di origine antichissima, introdotto in Campania dalla Grecia (il nome sarebbe una deformazione della parola Ellenico), andò successivamente diffondendosi in Basilicata ed in Puglia. DESCRIZIONE La varietà è relativamente omogenea, si coltivano generalmente due popolazioni diverse, una nella zona del Taurasi ed una nel Vulture, però spesso le loro caratteristiche differenziali dipendono dalle diverse condizioni…

Airen

E’ la varieta’ bianca piu’ diffusa in Spagna, soprattuto nella zona centrale del paese iberico; Lairen e’ la denominazione usata nella Spagna del sud. E’ molto utilizzata nella produzione del Brandy spagnolo, ed entra anche negli uvaggi di alcuni rossi leggeri. Secondo tradizione, produce vini corposi e pesanti, mentre le moderne tecniche di vinificazione hanno…

Albana

Vitigno italiano a bacca bianca diffuso in Emilia-Romagna, probabilmente sin dal tempo dei Romani; secondo alcuni, il nome deriverebbe proprio dall’appellativo latino dato all’uva. Notizie storiche più certe risalgono al XIII secolo. Noto in alcune aree anche come Greco o Greco di Ancona, non ha comunque nulla a che vedere con il Greco di Tufo…

Albanella

Vitigno a bacca bianca diffusa nella zona di Pesaro, componente fondamentale della Doc Colli Pesaresi bianco. Tradizionalmente considerata un sinonimo del piu’ noto Trebbiano Toscano, secondo più recenti analisi basate anche sul metodo del Dna l’Albanella sarebbe in realtà una varietà locale ben distinta dal Trebbiano Toscano, imparentata piuttosto con la spagnola Albarino e la…

Albaranzeuli

Diffuso in diverse provincie sarde, ma di scarsa importanza l’”Albaranzeuli” bianco viene vinificato insieme ad altri vitigni a bacca bianca per produrre un vino bianco per il consumo locale.  

Albarino

Varietà a bacca bianca diffusa in Spagna, soprattutto in Galizia, l’Albarino presenta una discreta produttività, con grappoli caratterizzati da acini aventi buccia molto spessa. Il vitigno è diffuso anche in Portogallo, soprattutto nella regione del Minho, con il nome di Alvarinho (pronuncia: alvarigno); è componente tradizionale nell’uvaggio tipico del vinho verde.

Aleatico

Vitigno a bacca rossa coltivato principalmente in Toscana, Lazio e Puglia, e’ forse una mutazione genetica del Moscato Bianco. Chiamato nel Medioevo Livatica, oggi e’ anche denominato Agliano o Leatico. All’estero questa varieta’ e’ presente in Corsica e nelle repubbliche ex-sovietiche dell’Asia Centrale. Il vino che si ottiene e’ un rosso dolce, morbido e fruttato.

Alicante Bousquet

L’ALICANTE BOUSQUET è una varietà costituita nel 1855 in Francia da Enrico Bousquet incrociando il Petit Bousquet (incrocio di Tintoria e Aramon) con l’Alicante. Non bisogna confonderlo con l’Alicante, che è l’equivalente del Grenache, ovvero il progenitore del Cannonau. Introdotto all’inizio del secolo in Sardegna non ebbe molta fortuna e viene coltivato saltuariamente nella parte…

Aligote’

L’ALIGOTÈ è una varietà a bacca bianca originaria della Borgogna, caratterizzata da buon vigore vegetativo ma produttività variabile, spesso dipendente dall’esposizione della vigna. Vitigno meno rinomato del più celebrato Chardonnay, produce vini ad elevata acidità. È’ largamente diffuso in grande parte dell’Europa Orientale, inclusa l’area a vocazione vitivinicola delle Repubbliche ex-sovietiche.

Ancellotta

Vitigno di probabile origine emiliana, diffuso in Emilia-Romagna (soprattutto nel reggiano e nel modenese), in Lombardia (nel mantovano) ed in Liguria (territorio di La Spezia) viene anche chiamato Lancellotta e produce un uva che viene utilizzata principalmente negli uvaggi da cui nascono vini quali, per esempio, il Lambrusco Reggiano ed il Lambrusco Mantovano. Vinificata in…

Arneis

Questo vitigno ha raggiunto la notorietà (e la D.O.C.) solo da pochi anni. Nel passato è sempre stato vinificato tradizionalmente in mescolanza ad altre uve. Perciò la sua origine rimane nebulosa e sconosciuta e si conosce solo il sinonimo con il quale veniva denominato: “Bianchetto”. La zona nella quale ha avuto maggiore diffusione è quella…

Baco Blanc

Chiamato anche Baco 22a, e’ un ibrido creato nel 1898 da Francois Baco per contrastare il fenomeno della fillossera. E’ costituito da un incrocio tra Folle Blanc (vedi) e Noah. Quest’ultimo e’ a sua volta un incrocio di due specie americane (Vitis riparia e Vitis labrusca) ed e’ pertanto immune alla malattia della fillossera, anche…

Baco Noir

Ibrido creato nel 1902 da Francois Baco, incrociando Folle Blanche con una varieta’ Vitis riparia, resistente alla fillossera.

Barbarossa

Vitigno italiano a bacca rossa coltivato in Emilia-Romagna e presente all’estero anche in Corsica ed in Provenza, col nome di Barberoux. Esiste anche una varieta’ ligure che non ha nulla ha che vedere con la precedente, scarsamente diffusa, che produce vini rosati.

Barbera

Originario del Monferrato, il vitigno è ampiamente diffuso in Piemonte e Lombardia, ha trovato più o meno recentemente aree di coltivazione nell’Appennino Tosco-Emiliano, in Campania e limitatamente un po’ ovunque nel Sud. All’estero e’ stato introdotto lungo la costa slovena e, piuttosto diffusamente, in America Settentrionale (California) e Meridionale (Argentina). Il vitigno e’ a bacca…

Bellone

Uva bianca coltivata soprattutto nel Lazio, principalmente nella zona di Roma e del nettunese. Conosciuta anche con altri nomi (Cacchione il più diffuso), ha foglia pentagonale a cinque lobi e produce un grappolo di forma conico-cilindrica, medio-grande, con acini di medie dimensioni dalla buccia spessa, pruinosa e giallastra. Concorre alla produzione di vini delicati e…

Biancame

Anche se l’origine è sconosciuta si reputa che provenga da uno dei cloni differenziatosi dal vecchio “Greco”. È un vitigno molto vigoroso e non particolarmente esigente rispetto al sistema di allevamento e alla potatura. La produzione risulta abbondante e costante grazie a un’ottima resistenza ai freddi primaverili e agli attacchi della peronospora e dell’oidio. Nelle…

Bianchetta Trevigiana

Con il nome di “Bianchetta Trevigiana” in passato sono stati raggruppati vitigni che in comune avevano forse il colore della buccia, ma l’esatto riferimento è di un vitigno che è nato e sviluppato nel Trevigiano. Il vino che si ottiene è un buon vino da pasto con scarso corpo e di pronta e veloce beva.

Bianco d’Alessano

Vitigno a bacca bianca coltivato nel Salento. E’ caratterizzato da grappolo di forma conico-cilindrica, con acini di media grandezza dalla polpa succosa e dalla buccia pruinosa.

Biancolella

Varieta’ a bacca bianca coltivata in Campania, in particolare sulle isole di Ischia e Capri. L’uva usata anche in combinazione col Forastera, produce bianchi freschi e beverini.

Carlo Macchi Andrea Petrini Roberto Giuliani Luciano Pignataro Sefano Tesi Kyle Phillips Lorenzo Colombo Angelo Peretti


PROSSIMI APPUNTAMENTI
  1. Autoctono Wine & Food Tour 2017

    28 aprile 2017 - 23 giugno 2017
  2. DiVini Etruschi

    29 aprile 2017 - 1 maggio 2017
  3. Anteprima Vini della Costa Toscana

    6 maggio 2017 - 7 maggio 2017
  4. Vinissage 2017

    6 maggio 2017 - 7 maggio 2017
  5. Le Giornate del Pinot Nero

    6 maggio 2017 - 8 maggio 2017
  6. Vulcanei 2017

    6 maggio 2017 - 7 maggio 2017
  7. Asolo Wine Tasting

    7 maggio 2017
  8. Il Barbaresco a Tavola

    12 maggio 2017 @ 20:30 - 26 maggio 2017 @ 23:00
  9. Valcalepio en Primeur

    19 maggio 2017 @ 17:00 - 23:00
  10. Terre d’Italia

    21 maggio 2017 - 22 maggio 2017
  11. Fiera del vino di Polpenazze

    26 maggio 2017 - 29 maggio 2017
  12. Italia in Rosa

    2 giugno 2017 - 4 giugno 2017
  13. Vespaiolona 2017

    23 giugno 2017