Degustazioni

Santa Sofia

Qualche anno addietro, durante un Vinitaly, avevamo avuto l’occasione di partecipare ad una verticale di “Gioé”, il cru di Amarone della Valpolicella dell’azienda Santa Sofia. Ricordiamo che fu una degustazione emozionante durante la quale si andò a ritroso nel tempo di quasi quarant’anni e ne scrivemmo qui. Nei giorni scorsi invece, poco prima del Vinitaly…

IGP: Dolcetto d’Alba Bricco Caramelli 2011 – Mossio

Se si trattasse di un Barolo, un Brunello di Montalcino o un Taurasi, nessuno darebbe importanza all’annata 2011, ma qui stiamo parlando di un Dolcetto d’Alba! Ancora pochi sanno che questo vino, soprattutto se proveniente da vigne di grande spessore, è capace di evolvere bene per molti anni. Nel 2012 pubblicai per Garantito Igp una…

VINerdì IGP: Emiliano Fini

Lazio Malvasia Puntinata IGT “Libente” 2017 Vinificare una malvasia puntinata in purezza è già una scelta ardua, produrla anche buona è un miracolo, ma il suolo vulcanico dei Colli Albani aiuta molto le potenzialità di questa prima annata di Libente il cui nome nasce dall’unione dei due venti che battono con intenti opposti delle vigne…

VINerdì IGP: Paltrinieri

Lambrusco di Sorbara Riserva Brut Lariserva 2014 Nocciole appena raccolte. Fresche, a manciate. Un accenno della crosta di pane uscito da poco dal forno. La vena floreale, il carattere citrino. Ondate di sale. La bolla cremosa. Il colore della buccia di cipolla guardata in trasparenza. Quando il Lambrusco è spettacolare. Il Sorbara ai suoi massimi.…

IGP: Le radici del Nizza

I tre Neuvsent di Cascina Garitina Da quelle parti, nel Monferrato, Garitina è il diminutivo di Margherita. Sta insomma per Margheritina. Era così che chiamavano la bisnonna di Gianluca Morino, vignaiolo a Castel Boglione, nell’Astigiano. L’azienda si chiama Cascina Garitina in ricordo di Margherita. Gianluca è uno dei fautori della docg del Nizza. È uno…

IGP: Il Bardolino Chiaretto alla prova del tempo

Tra i tanti “luoghi comuni” che circolano tra i consumatori di vino uno tra i più accreditati è che i vini rosati abbiano una vita assai breve e che il loro periodo di maggior splendore (e consumo) sia quello dell’estate successiva alla vendemmia, mentre il loro deperimento avvenga già all’inizio dell’autunno. In realtà non è…

VINerdì IGP: Podere la Madia

“Cafaggio” 2016 Toscana IGT Un migliaio di bottiglie bio da uve di Malvasia bianca lunga ritrovata in una vigna terrazzata del 1945 e ripropagate in loco, ovvero in Valdarno. Botti di acacia, poi acciaio. Un naso cangiantissimo su cui misurarsi e discettare per ore. Una bocca asciutta, verticale, ma piena di cascami. Da provare. www.poderelamadia.com…

IGP: Una “Follia” gastronomica partenofiorentina

Questo pezzo è praticamente un invito al compare Luciano Pignataro, pontefice massimo della golosità partenopea, a venirci a trovare a Firenze per un test gastronomico. A meno che, ovviamente e come è probabile, da bravo cronista qual è egli non sia già venuto in riva all’Arno a nostra insaputa (il che accrescerebbe la stima per…

I Chiaretti del Garda in Anteprima

Con 12 milioni di bottiglie il Lago di Garda assume il ruolo di leader assoluto nella produzione italiana di vini rosati a denominazione di origine. Sulla sponda veronese troviamo infatti il Bardolino Chiaretto -che dalla vendemmia 2018 assumerà una propria specifica denominazione diventando “Chiaretto di Bardolino”- mentre su quella bresciana, con il recente cambio di…

VINerdì IGP: Croci

Gutturnio frizzante doc 2016  Siamo in una trattoria tipica romana e sulle animelle, la pajata, l’amatriciana non abbiamo dubbi. Tra vini gastrochic e tante verità puntiamo il dito su questo rosso frizzante semplice e dissetante, lo esigiamo in un bicchiere senza calice e ne godiamo a profusione sin al fondo della bottiglia. Luciano Pignataro

VINerdì IGP: Villscheider

Alto Adige Valle Isarco Passito St. Cyrill 2015 Quando in una zona di montagna, a più di 700 metri, trovi un vino caldo e potente come un sole estivo, profumato come un aranceto siciliano, morbido e suadente come…(CENSURA), ringrazi non solo San Cyrill ma tutti i santi. 80% Gewürztraminer, 20% Kerner. Un passito di incredibile…

Autoctoni dimenticati

Sempre più spesso si parla di vitigni autoctoni, negli ultimi anni poi sono diventati assai di moda, ma, in alcune zone d’Italia, alcuni produttori, spesso piccoli, credono da tempo nella salvaguardia di questi vitigni, e ne ricavano dei vini per continuare le tradizioni locali, vini a volte un poco rustici (nel senso buono del termine)…

VINerdì IGP: Cantine Babbo

Campi Flegrei Falanghina Harmoniae 2016 La Campania non è solo fiano e greco, ma anche questa splendida Falanghina di Pozzuoli, ultima nata di casa Babbo, dai profumi di timo, macchia mediterranea, cedro, tanta mineralità e un sorso travolgente, succoso, salato, ricco di personalità, con un finale lunghissimo e stimolante. www.cantinebabbo.it Roberto Giuliani

Buglioni

Vini, ristorazione, ospitalità in Valpolicella La degustazione di un vino mentre si cena non è un atto molto professionale, ma vi assicuriamo che è assai più piacevole di un mero assaggio tecnico. Innanzitutto perché il vino in questo caso si “beve” e non si sputa, in secondo luogo perché si capisce se in effetti questo…

Giardini in vetro

Quattro aziende, tre piemontesi, anche se di diversi territori: Langhe, Roero e Monferrato, ed una ligure, accomunate dallo stesso enologo, Luca Caramellino, che mai, con i suoi interventi è andato ad interferire ed a prevalere su vitigni e terroir. Questo ci aspettava la mattina del 27 gennaio presso la Cascina Faletta, sulle colline di Casale…

VINerdì IGP: Cantina Mattiello

Colli Berici DOC “Rosso Carmenère” 2016 Andrea Mattiello, vignaiolo dei Colli Berici, possiede nella sua bella azienda un bellissimo vigneto di carmenère, vitigno confuso per anni con il cabernet franc, grazie al quale riesce a dar vita a questo vino che riesce a coniugare egregiamente la speziatura e la nota vegetale tipica di questa varietà…

IGP: La lussuriosa gastronomicità mantovana della Stazione di Castel d’Ario

  Chiamasi “alla pilota” il risotto che nel Mantovano si fa sgranato, non mantecato, e condito con il pistume, ossia la carne di maiale tagliata a coltello nella medesima maniera con la quale si prepara per il confezionamento del salame. Si dice alla pilota perché la tradizione ne attribuisce l’origine ai piloti, gli addetti alla…

Gli Amarone delle Famiglie Storiche

L’annata 2011  Nel pomeriggio di sabato 3 febbraio, presso l’Antica Bottega del Vino, a Verona, è stata organizzata una degustazione di Amarone 2011 delle Famiglie Storiche (in precedenza Famiglie dell’Amarone d’Arte). Le Famiglie Storiche sono un’associazione fondata nel giugno del 2009 da dieci storiche aziende della Valpolicella. Oggi conta 13 membri, cantine che, per generazioni,…

Breganze chiama Bordeaux

Ci sono alcuni vitigni che danno il meglio di sé unicamente in determinati luoghi e che, estrapolati dal loro contesto non danno i frutti sperati e spesso riescono anche a perdere la propria identità. Ce ne sono altri che, sebbene con risultati assai diversi, riescono ad adattarsi a luoghi e climi differenti, riuscendo comunque ad…

VINerdì IGP: Tenuta La Pazzaglia

Lazio Igp Grechetto “109” 2016 “109” è in nome del clone del grechetto di Orvieto, diverso rispetto a quello di Todi che si chiama “g 5”. Questo “109” con la sua freschezza, sapidità e con note vegetali e agrumate che rimandano al pompelmo unite ad accenni tannici e con un fin di bocca piacevolmente amarognolo,…

VINerdì IGP: Contucci

Rosso di Montepulciano doc 2015  Vai alla cena per la giuria del premio Gambelli 2018 (premiazione 15/2 all’anteprima del Nobile) e a tavola ti imbatti quasi per caso in questo pulito, fresco e fruttato Sangiovese (anzi, Prugnolo Gentile) con un po’ di Canaiolo, dal suadente profumo di ciliegia e una bella bocca asciutta, lunga e…

VINerdì IGP: Don Chisciotte

Fiano Campania igt 2015 Nasce sulle alture dell’Irpinia, a oltre 600 metri di altezza vicino Calitri. Qui, nella tenuta di Pierluigi Zampaglione, Sebastiano Fortunato racconta un Fiano netto e pulito, fresco, appena leggermente macerato. Un bicchiere sincero ed efficace, rispettoso dell’ambiente il che non guasta. Da bere sempre. Luciano Pignataro www.ildonchisciotte.net/

IGP: Brylla a Roma

Duecento etichette al bicchiere e buona cucina d’autore Assaggio, bicchiere, mezza bottiglia, bottiglia. Non di una, di cinque, di dieci, ma di duecento etichette per tutti i gusti e tutte le tasche con cinque coravin che, sia detto per inciso, creano non pochi problemi di tenuta sulle grandi quantità a cominciare dall’ago. Brylla è questo,…

VINerdì IGP: Castello di Cacchiano

Vinsanto del Chianti Classico 2004 Il 2004 di Cacchiano è veramente la quintessenza di questo vino particolare: profumatissimo, in bocca entra asciutto e poi si apre alla dolcezza con una lunghezza gustativa incredibile. La scheda potrebbe essere di una sola riga: “Quasi impossibile fare un vinsanto più buono!”. Provatelo, provatelo, provatelo. Carlo Macchi www.castellodicacchiano.it

IGP: Trattoria San Domenico a Ortona

La quadratura del…pesce San Domenico nella ristorazione è un nome importante: riporta a locali stellati, con menù complessi e raffinati, carte dei vini chilometriche e onnicomprensive. Questo San Domenico è invece praticamente l’opposto ma il risultato è comunque ottimo. Siamo in Abruzzo, ad Ortona, strana cittadina di mare in quanto a picco sul mare. Dalla…

VINerdì IGP: Luca Fedele e il suo Clap Ros

Luca produce vino a Corno di Rosazzo, nel modo più naturale possibile. Il suo Clap Ros è un refosco dal linguaggio universale, bellissimo: profuma di magnolie, viole, ciliegie, lamponi e giuggiole, liquirizia e radici; al palato è puro godimento, fluido, avvolgente, bellissimo e non arriva a 10 euro! Roberto Giuliani luca.fedele@alice.it

IGP: Barolo Bussia 2011 Marco Bonfante

Ho scoperto i vini di Marco Bonfante con un certo ritardo, in particolare ho apprezzato in più occasioni il suo Barolo Bussia; la ragione principale è presto detta: la cantina si trova a Nizza Monferrato, al di fuori della zona del Barolo, che invece frequento molto spesso. L’azienda dimora sulla collina che ha preso il…

VINerdì IGP: I Veroni

Chianti Rufina Riserva 2014  Perchè I Veroni sono una azienda seria. Perchè bisognerebbe bere molto più Chianti Rufina visto la qualità che esprime. Perchè la 2014 non è stata una annata nefasta come molti pensano. Perchè questa Riserva viene da uno splendido ed antico vigneto di sangiovese arroccato attorno all’Antica Pieve di San Martino a…

Carlo Macchi Andrea Petrini Roberto Giuliani Luciano Pignataro Sefano Tesi Kyle Phillips Lorenzo Colombo Angelo Peretti


PROSSIMI APPUNTAMENTI
  1. Orcia Wine Festival

    21 aprile 2018 - 25 aprile 2018
  2. Arrivano i corsi On the Move di Weber

    25 aprile 2018 - 28 aprile 2018
  3. Sicilia en Primeur 2018

    3 maggio 2018 - 7 maggio 2018
  4. Spatium Pinot Blanc

    3 maggio 2018 - 4 maggio 2018
  5. LE GIORNATE DEL PINOT NERO FESTEGGIANO VENT’ANNI

    5 maggio 2018 - 7 maggio 2018
  6. ANTEPRIMA VINI DELLA COSTA TOSCANA

    5 maggio 2018 - 6 maggio 2018
  7. ASOLO WINE TASTING 2018

    6 maggio 2018
  8. Vulcanei

    12 maggio 2018 - 14 maggio 2018
  9. Terre d’Italia

    20 maggio 2018 - 21 maggio 2018
  10. Bergamo, vino en primeur

    24 maggio 2018
  11. Maremmachevini 2018

    27 maggio 2018 - 28 maggio 2018
  12. Enjoy Collio Experience: un tuffo nel cuore del Collio

    1 giugno 2018 - 3 giugno 2018
  13. Radici del Sud 2018

    5 giugno 2018 - 11 giugno 2018
  14. WineUp Expo 2018

    12 luglio 2018 - 15 luglio 2018