Vino

Qui si parla di vini bevuti, di tempo passato per conoscere meglio
bottiglie e denominazioni…
Di racconti ne trovate di diversi tipi, perché qui abbiamo riunito
ogni tipo di degustazione ci sia passata per le mani.
Senza dimenticare i campioni inviatici dalle aziende e – soprattutto –
le anteprime, o comunque degustazioni molto particolari e/o ad invito.

IGP: Bechar 2003

Bere il Fiano di Avellino e vivere senza pregiudizi Il pregiudizio è un meccanismo mentale simile ad una scorciatoia che non porta da nessuna parte. La imbocchiamo convinti di accorciare le distanze,  saltare faticosi apprendimenti e arrivare primi per poi trovarci di fronte ad un muro, il muro della non conoscenza. Vale nella vita, vale…

Enjoy Collio Experience

I vitigni autoctoni Dal 28 al 30 maggio si è svolta la seconda edizione di  Enjoy Collio Experience. Una ventina di giornalisti provenienti da diverse nazioni hanno avuto la possibilità di toccare con mano il territorio del Collio, di visitare cantine e di assaggiare in degustazione alla cieca circa 130 vini bianchi. Le degustazioni si…

VINerdì IGP: Cantina Gungui

Cannonau di Sardegna DOC Berteru 2017 La foto non ci sta perché ancora non era imbottigliato (questa è di un’altra annata), ma il vino ci sta eccome! Un cannonau così profumato, complesso, completo (e non fa legno!) difficilmente l’avevo gustato. Merito solo della vigna e di Luca Gungui. Poche bottiglie dal prezzo non basso, ma…

Soave Preview 2018

I nostri migliori assaggi Domenica 20 maggio si è conclusa l’edizione 2018 di Soave Preview. Il programma prevedeva nella mattinata di giovedì 17 un percorso sul territorio alla ricerca della sua biodiversità, biodiversità attestata attraverso dimostrazioni della vitalità dell’acqua, del suolo e dell’aria effettuate da esperti. Nel pomeriggio dello stesso giorno si è tenuto il…

VINerdì IGP: Sergio Arcuri

Il Marinetto Rosato 2017 Alberello. Coltivazione biologica. Limo e argilla. Gaglioppo. Un rosato che fa spettacolo, a mio avviso il migliore fatto da Sergio Arcuri. Profuma di rosa, melagrana matura, ciliegia candita, arancia rossa, pompelmo rosa. Fresco e avvolgente, succoso, senza spigoli, sapido, tanto frutto e mineralità. Roberto Giuliani  

IGP: Friuli Colli Orientali Friulano San Pietro 2016 I Clivi

Il vino per sottrazione Mi ha sempre affascinato il percorso di Mario Zanusso, iniziato con papà Ferdinando negli anni ’90, quasi 30 anni durante i quali ha visto gli effetti delle mode sul vino friulano e delle altre regioni. Mode che né suo padre prima, né lui dopo hanno seguito, non certo perché immuni dalla…

VINerdì IGP: Guastaferro

Taurasi DOCG “Primum” 2008 Raffaele, da vigne anche centenarie piantate in contrada Piano dell’Angelo, produce questo aglianico in purezza che è uno spettacolo di equilibrio e profondità, lontano mille miglia da certi stili dopo conta solo la grassezza associata alla potenza alcolica. Un Taurasi da tenere gelosamente in cantina per chi, come me, ha il…

IGP: Il Tai Rosso 2016 dell’azienda Punto Zero

Sarà il rosso dell’estate di Garantito IGP? E’ la terza volta quest’anno che torno a scrivere del vino dei Colli Berici, un territorio tutto da scoprire che si presenta oggi come il cuore vedere del Veneto il cui interno è impreziosito dalla presenza di opere uniche al mondo come le ville venete disegnate da Andrea…

VINerdì IGP: Olivini

Garda Rosé Doc Brut Metodo Classico 2013  Dalle uve della denominazione Garda Classico (groppello, barbera, sangiovese e marzemino) nasce questo Metodo Classico che s’avvale di una sosta sui lieviti di almeno 36 mesi. Dal color rosa antico, intenso e sapido al palato, con sentori di costa di pane, piccoli frutti rossi e note agrumate d’arancio…

IGP: Monteverro in verticale

Poter assaggiare tutte le annate prodotte di un determinato vino è un’esperienza assai gratificante per un degustatore (anche se non spesso possibile da mettere in pratica), perché, oltre a verificarne la tenuta nel tempo e la sua evoluzione, si possono anche toccare con mano le variazioni stilistiche e le pratiche enologiche dovute ai diversi andamenti…

Bòggina in verticale

Tre anni fa, in occasione di SUMMA 2015, avevamo avuto il piacere di partecipare alla degustazione verticale di Bòggina, il vino a base sangiovese dell’azienda Petrolo (vedi). Si trattava di un Igt Toscana, divenuto col tempo -con la nascita della recente denominazione- Val d’Arno di Sopra Doc. Quest’anno, sempre in occasione di SUMMA, è stata…

VINerdì IGP: Tiefenbrunner

Alto Adige Müller Thurgau DOC Feldmarschall von Fenner 2012 Al diavolo gli abbinamenti e la narrativa sulla cantina: nasce a oltre quota mille, ha magnifici riflessi verdastri, un naso cangiante con note progressive di fiori bianchi, pesca, gelsomino e fulminanti (sì, fulminanti!). In bocca è elegante, sapidissimo, potente e con un bel ritorno amarognolo. Da…

Carmenère VS Cabernet franc

Identità e sfumature Fino a pochi anni fa il Carmenère veniva considerato una mutazione del Cabernet franc ed assimilato  e confuso con quest’ultimo, entrambi i vitigni condividono infatti l’origine con la Vitis Biturica, citata da Plinio il Vecchio come coltivata dalla tribù celtica dei Biturigi. Questa confusione ha fatto si che anche in Italia, in…

The Wine Collection

Alto Adige Sauvignon “The Wine Collection” 2015 Nello scorso mese di novembre, durante i giorni del Merano Wine Festival, Hans Terzer, lo storico enologo della Cantina di San Michele Appiano, aveva presentato alla stampa l’annata 2013 di “Appius”, frutto di una Cuvée prodotta con le migliori uve -di diverse varietà a bacca bianca- provenienti da…

VINerdì IGP: Pravis

Nosiola Le Frate 2017 Vigneti delle Dolomiti igt  Siamo abituati al vin santo con la Nosiola, vitigno auotctono prodotto soprattutto a Nord del Lago di Garda. Ma questa versione secca degustata al Vinitaly ci ha affascinato, naso ricco, fruttato, palato secco, freschissimo, persistente. Luciano Pignataro www.pravis.it    

IGP: Fiano di Avellino 1993

Nozze d’oro con Mastroberardino Tanti bianchi resistono, il Fiano di Avellino evolve grazie alle caratteristiche del vitigno che fanno del tempo non un ostacolo da superare anno dopo anno ma un alleato. Non avevamo dubbi di trovarci di fronte ad una bella esperienza quando ci siamo trovati di fronte a questa bottiglia uscita dalla cantina…

Montonale

Due Lugana di gran classe Ne avevamo sentito parlare, ma non conoscevamo direttamente né l’azienda né i vini prodotti. L’occasione si è presentata durante lo scorso Vinitaly e così lunedì 16 aprile, a cancelli appena aperti, ci siamo presentati presso lo stand di Montonale e, mentre assaggiavamo i suoi vini, Roberto Girelli ci ha raccontato…

VINerdì IGP: Contini

Vernaccia di Oristano DOC 2005, Flor  Non siamo a Jerez ma a Cabras, non nasce dal palomino fino ma dalla vernaccia di Oristano. Non è di certo la stessa flor dello sherry, ma questo vino finissimo, profumato, elegante e profondo, non ti fa rimpiangere nessun vino che nasce a Jerez de la Frontera, anzi! Vino…

Santa Sofia

Qualche anno addietro, durante un Vinitaly, avevamo avuto l’occasione di partecipare ad una verticale di “Gioé”, il cru di Amarone della Valpolicella dell’azienda Santa Sofia. Ricordiamo che fu una degustazione emozionante durante la quale si andò a ritroso nel tempo di quasi quarant’anni e ne scrivemmo qui. Nei giorni scorsi invece, poco prima del Vinitaly…

IGP: Dolcetto d’Alba Bricco Caramelli 2011 – Mossio

Se si trattasse di un Barolo, un Brunello di Montalcino o un Taurasi, nessuno darebbe importanza all’annata 2011, ma qui stiamo parlando di un Dolcetto d’Alba! Ancora pochi sanno che questo vino, soprattutto se proveniente da vigne di grande spessore, è capace di evolvere bene per molti anni. Nel 2012 pubblicai per Garantito Igp una…

VINerdì IGP: Emiliano Fini

Lazio Malvasia Puntinata IGT “Libente” 2017 Vinificare una malvasia puntinata in purezza è già una scelta ardua, produrla anche buona è un miracolo, ma il suolo vulcanico dei Colli Albani aiuta molto le potenzialità di questa prima annata di Libente il cui nome nasce dall’unione dei due venti che battono con intenti opposti delle vigne…

VINerdì IGP: Paltrinieri

Lambrusco di Sorbara Riserva Brut Lariserva 2014 Nocciole appena raccolte. Fresche, a manciate. Un accenno della crosta di pane uscito da poco dal forno. La vena floreale, il carattere citrino. Ondate di sale. La bolla cremosa. Il colore della buccia di cipolla guardata in trasparenza. Quando il Lambrusco è spettacolare. Il Sorbara ai suoi massimi.…

IGP: Le radici del Nizza

I tre Neuvsent di Cascina Garitina Da quelle parti, nel Monferrato, Garitina è il diminutivo di Margherita. Sta insomma per Margheritina. Era così che chiamavano la bisnonna di Gianluca Morino, vignaiolo a Castel Boglione, nell’Astigiano. L’azienda si chiama Cascina Garitina in ricordo di Margherita. Gianluca è uno dei fautori della docg del Nizza. È uno…

IGP: Il Bardolino Chiaretto alla prova del tempo

Tra i tanti “luoghi comuni” che circolano tra i consumatori di vino uno tra i più accreditati è che i vini rosati abbiano una vita assai breve e che il loro periodo di maggior splendore (e consumo) sia quello dell’estate successiva alla vendemmia, mentre il loro deperimento avvenga già all’inizio dell’autunno. In realtà non è…

VINerdì IGP: Podere la Madia

“Cafaggio” 2016 Toscana IGT Un migliaio di bottiglie bio da uve di Malvasia bianca lunga ritrovata in una vigna terrazzata del 1945 e ripropagate in loco, ovvero in Valdarno. Botti di acacia, poi acciaio. Un naso cangiantissimo su cui misurarsi e discettare per ore. Una bocca asciutta, verticale, ma piena di cascami. Da provare. www.poderelamadia.com…

I Chiaretti del Garda in Anteprima

Con 12 milioni di bottiglie il Lago di Garda assume il ruolo di leader assoluto nella produzione italiana di vini rosati a denominazione di origine. Sulla sponda veronese troviamo infatti il Bardolino Chiaretto -che dalla vendemmia 2018 assumerà una propria specifica denominazione diventando “Chiaretto di Bardolino”- mentre su quella bresciana, con il recente cambio di…

VINerdì IGP: Croci

Gutturnio frizzante doc 2016  Siamo in una trattoria tipica romana e sulle animelle, la pajata, l’amatriciana non abbiamo dubbi. Tra vini gastrochic e tante verità puntiamo il dito su questo rosso frizzante semplice e dissetante, lo esigiamo in un bicchiere senza calice e ne godiamo a profusione sin al fondo della bottiglia. Luciano Pignataro

VINerdì IGP: Villscheider

Alto Adige Valle Isarco Passito St. Cyrill 2015 Quando in una zona di montagna, a più di 700 metri, trovi un vino caldo e potente come un sole estivo, profumato come un aranceto siciliano, morbido e suadente come…(CENSURA), ringrazi non solo San Cyrill ma tutti i santi. 80% Gewürztraminer, 20% Kerner. Un passito di incredibile…

Autoctoni dimenticati

Sempre più spesso si parla di vitigni autoctoni, negli ultimi anni poi sono diventati assai di moda, ma, in alcune zone d’Italia, alcuni produttori, spesso piccoli, credono da tempo nella salvaguardia di questi vitigni, e ne ricavano dei vini per continuare le tradizioni locali, vini a volte un poco rustici (nel senso buono del termine)…

VINerdì IGP: Cantine Babbo

Campi Flegrei Falanghina Harmoniae 2016 La Campania non è solo fiano e greco, ma anche questa splendida Falanghina di Pozzuoli, ultima nata di casa Babbo, dai profumi di timo, macchia mediterranea, cedro, tanta mineralità e un sorso travolgente, succoso, salato, ricco di personalità, con un finale lunghissimo e stimolante. www.cantinebabbo.it Roberto Giuliani

Carlo Macchi Andrea Petrini Roberto Giuliani Luciano Pignataro Sefano Tesi Kyle Phillips Lorenzo Colombo Angelo Peretti


PROSSIMI APPUNTAMENTI
  1. Bardolino Cru

    30 settembre 2018
  2. Alto Adige in Tour

    6 ottobre 2018 - 8 ottobre 2018
  3. Il vino visto da vicino

    6 ottobre 2018 - 27 ottobre 2018
  4. Miglior sommelier e miglior assaggiatore

    6 ottobre 2018 - 7 ottobre 2018
  5. Bottiglie Aperte 2018

    7 ottobre 2018 - 8 ottobre 2018
  6. Caneve Aperte 2018

    13 ottobre 2018
  7. VDEWS: Villa d’Este Wine Symposium

    8 novembre 2018 - 11 novembre 2018
  8. FIVI: L’OTTAVA EDIZIONE DEL MERCATO DI PIACENZA

    24 novembre 2018 - 25 novembre 2018