Emilio Bulfon

Era la prima volta che ci recavamo ad AUTOCHTONA, evento che si svolge nel mese d’ottobre, a Bolzano, durante i giorni di “Hotel”, la fiera dedicata al mondo della ristorazione e dell’hotellerie.
Oltre cento le aziende presenti e centinaia i vini in degustazione, il poco tempo che avevamo a disposizione ci ha costretti ad effettuare scelte drastiche, così ci dedicati alle rarità, a quei vini prodotti da vitigni a limitatissima diffusione, a volte frutto della passione di un unico vitivinicoltore.
Eccovi dunque i vini dell’azienda friulana di Emilio BULFON, con sede a Valeriano, in provincia di Pordenone, che si distingue per l’utilizzo esclusivo di antiche varietà friulane recuperate, creando vini -fermi, frizzanti, spumanti, dolci- dei quali spesso è l’unica produttrice.
Vitigni dai nomi curiosi come Cjanòrie, Cordenossa, Piculìt Neri, Sciaglìn, Cividìn, Ucelùt, Forgierìn, coltivati su estensioni a volte inferiori all’ettaro, che danno vini dai nomi altrettanto curiosi (e dalle bellissime etichette).

Noi abbiamo assaggiato i seguenti:

Blanc di Sanzuàn 2014 (Uvaggio di uve bianche con prevalenza di Cividìn)
Color paglierino-verdolino, luminoso. Bel naso, pulito e fresco, discretamente intenso, presenta sentori floreali e d’erbe fresche. Sapido al palato, fresco, minerale, con spiccata vena acida e buona persistenza. Piacevolissima la beva.

Igt Venezia Giulia Sciaglìn 2014
Il colore è verdolino scarico, quasi bianco carta. Di buona intensità olfattiva, pulito, presenta sentori di fiori bianchi e di fieno. Fresco alla bocca, con note vegetali e leggeri accenni aromatici, mediamente strutturato e dalla lunga persistenza.

Cianoròs 2014 (ottenuto da uve a bacca rossa, principalmente Cjanòrie)
Color rubino-granato scarico. Vinosità è la prima sensazione che cogliamo al naso, unita a sentori di ciliegia un poco asprigna. Asciutto al palato, fresco, sapido, fruttato, dalla piacevole beva, buona la persistenza.

Igt delle Venezie Piculìt Neri 2014
Color rubino-granato di media intensità. Vinoso al naso, con sentore di ciliegie asprigne. Mediamente strutturato, fresco, sapido, piacevolmente amaricante, lunga la persistenza. Piacevole la beva.

Igt delle Venezie Piculìt Neri “Etichetta nera” 2013
Color rubino di buona profondità. Un poco austero al naso, legno percepibile. Sapido, fresco, con sentori di frutto rosso maturo, lunga la persistenza su accenni di liquirizia.

Ros di Sanzuàn 2014 (Uvaggio di uve a bacca rossa, con prevalenza di Cordenossa)
Di color granato non molto intenso. Note surmature al naso, confettura di frutta rossa, buona l’intensità. Strutturato, morbido ed al contempo fresco, con bella vena acida, bel frutto rosso, sentori di spezie dolci, lunghissima la persistenza. Un vino molto particolare ed interessante.
Lorenzo Colombo

 

 

 

Carlo Macchi Andrea Petrini Roberto Giuliani Luciano Pignataro Sefano Tesi Kyle Phillips Lorenzo Colombo Angelo Peretti


PROSSIMI APPUNTAMENTI
  1. Il vino della montagna va in città

    28 luglio 2017 @ 19:00 - 23:00
  2. TrentoDoc sulle dolomiti

    2 agosto 2017 - 6 agosto 2017
  3. Autochtona 2017

    16 ottobre 2017 - 17 ottobre 2017
  4. LA SETTIMA EDIZIONE DEL MERCATO DEI VIGNAIOLI INDIPENDENTI

    25 novembre 2017 - 26 novembre 2017