Tutto esaurito a Di Gavi in Gavi

Sono arrivati a Gavi oltre 10.000 persone per celebrare con Carlo Cracco il Grande Bianco Piemontese nel suo giorno più importante.

Di Gavi in Gavi, 5^ edizione della manifestazione organizzata dal Consorzio Tutela del Gavi, mai come quest’anno ha decretato il successo del gioco di squadra di una denominazione che si propone come destinazione turistica, sempre più strutturata all’accoglienza dei Wine lovers e degli appassionati.

Al programma della manifestazione voluta da sempre dal Consorzio hanno collaborato con grande dedizione il Comune di Gavi, gli Amici del Forte, l’Associazione Libarna ArteEventi, proprietari delle Corti private. In campo a Gavi c’erano oltre 100 volontari delle Proloco degli 11 Comuni della Denominazione, impegnati con passione a preparare i prodotti tipici dei loro paesi per conservarne la tradizione;  più di 50 persone arruolate nell’organizzazione, nelle 6 Corti oltre 20 sommelier schierati hanno sbicchierato più di 2000 bottiglie di vino – tutti i commercianti e gli esercenti aperti con proposte a tema erano pronti ad affrontare l’invasione dei 10 mila nel Borgo Piemontese.

300 persone a Libarna per ArcheoMovie, 1000 persone alla Raviolata, 200 i partecipanti alla Gavilonga, 300 spettatori agli Showcooking presentati da Lisa Casali con Francesco Oberto, Jumpei Kuroda, Flavio Costa, Christian Milone, quasi 800 presenze totali nelle cantine aperte straordinariamente di notte.

Un Carlo Cracco felice e sorridentissimo ha passeggiato nel pomeriggio per le Corti in festa, concedendo battute, selfie e autografi al pubblico. Il momento clou della manifestazione è stato raggiunto quando lo Chef ha decretato il vincitore della gara tra i Comuni della Denominazione, esortando il pubblico a tifare per la propria ricetta. La premiazione sotto una pioggia di coriandoli d’oro è uno dei momenti più seguiti e attesi, anche sui social network. Ha vinto il Comune di Carrosio con la “Peperonata Carrosiana” ma la scelta non è stata facile. Ecco la motivazione: “la morbidezza e la carnosità del peperone si sposano perfettamente con la freschezza del Gavi“.

Però anche davanti al più grande degli chef italiani, le regole di Di Gavi in Gavi non si cambiano: quando Carlo Cracco ha chiesto di assaggiare i piatti in gara in ordine di sapidità – dal salato al dolce – e non in ordine alfabetico, come dettano le regole della gara. Il “no” gentile ma risoluto del Presidente del Consorzio ha sorpreso lo Chef, che però ha rispettato la tradizione. Noblesse Oblige!

E’ proprio il Presidente a commentare: “La scelta di un testimonial come Carlo Cracco ha dato impulso e vivacità a quella che secondo noi è la più riuscita edizione di Di Gavi In Gavi… fino alla prossima naturalmente! Un ringraziamento particolare va a chi ha contribuito attraverso il proprio lavoro e passione a rendere Gavi una meta attraente che offre vino, cibo, arte, cultura e diventa occasione di turismo e di viaggio per i tutti i suoi visitatori”.

 

 

 

 

 

Carlo Macchi Andrea Petrini Roberto Giuliani Luciano Pignataro Sefano Tesi Kyle Phillips Lorenzo Colombo Angelo Peretti


PROSSIMI APPUNTAMENTI
  1. Durello & Friends

    17 novembre 2017 - 19 novembre 2017
  2. ASSAGGIOANORDOVEST

    17 novembre 2017 - 19 novembre 2017
  3. “Enologica”, il Salone del vino e del prodotto tipico dell’Emilia Romagna

    18 novembre 2017 - 20 novembre 2017
  4. BaroloBrunello e il gioco del vino

    18 novembre 2017 - 19 novembre 2017
  5. LA SETTIMA EDIZIONE DEL MERCATO DEI VIGNAIOLI INDIPENDENTI

    25 novembre 2017 - 26 novembre 2017
  6. Radici del Sud

    27 novembre 2017