IGP: Thomas Niedermayr e il suo Souvignier Gris

Ci sarebbe molto da raccontare su Thomas Niedermayr e il suo Maso Gandberg, cercherò di mettere a fuoco i punti fondamentali del suo percorso. Terzo di sei figli, Thomas cresce in un ambiente dove il vino si respira, anche se lui a soli 7 anni non ha la più pallida idea di cosa fare della sua vita futura; i suoi studi si orientano nel campo della falegnameria, si diploma e inizia a lavorare nel settore, ma bastano pochi anni per fargli capire che avere in casa l’opportunità di approfondire la conoscenza del vino è un’occasione da non perdere.

Così decide di frequentare la scuola agraria di Laimburg, poi i corsi di potatura di Simonit & Sirch, con i quali intraprende un percorso lavorativo di consulenza in numerose aziende. Dal 2013 raccoglie il testimone del padre e inizia a dirigere la cantina di famiglia, tre ettari di proprietà di cui due a vigneto e uno a meleto. Sin dal 1991 l’azienda ha gestito vigna e cantina in biologico, tanto da decidere di aderire a Bioland Südtirol, ovvero la filiale altoatesina dell’omonima associazione tedesca, che ha un disciplinare di produzione molto rigido che prevede di mantenere anche l’equilibrio della vita naturale del suolo.
E qui entriamo nel vivo della storia, infatti nelle vigne della cantina di Appiano dimorano varietà particolari come Bronner, Cabernet Cantor, Cabernet Cortis, Solaris e Souvignier Gris, le cosiddette uve PIWI, dal tedesco pilzwiderstandfähig, che identifica quei vitigni capaci di resistere agli attacchi fungini, come oidio e peronospora. Sono varietà ottenute dall’incrocio fra specie europee e americane, ideate in collaborazione con l’Istituto Statale di Friburgo, che consentono di ridurre al massimo l’impatto ambientale, operando senza utilizzo di fitofarmaci e fertilizzanti chimico-sintetici.
È stato il padre di Thomas ad iniziare questo percorso, che il figlio ha abbracciato in pieno e con convinzione, anche perché i vantaggi di questa scelta non hanno tardato a rivelarsi. Le forti pendenze degli appezzamenti impongono di lavorare rigorosamente a mano, il numero di trattamenti di queste varietà si riduce ad un massimo di tre all’anno (con il rame), contro i 10-15 delle varietà tipiche dell’Alto Adige.
Il primo impianto fu fatto nel 1999 con il vitigno a bacca bianca Solaris, dopo molte sperimentazioni si sono progressivamente aggiunte le altre varietà. La produzione totale di vino si attesta attorno alle 15 mila bottiglie, con l’obiettivo di raddoppiarle nei prossimi anni. In cantina si fanno fermentazioni spontanee, senza controllo della temperatura e con pochi solfiti. Tutti i vini maturano a contatto con le fecce fini e con i lieviti indigeni. Nessuna chiarifica, pochissima solforosa, per i vini che fanno passaggio in legno si usano tonneaux usati.

Il T.N. 06 Piwi Weiss 2014 è ottenuto da souvignier gris vinificato in acciaio e maturato in legno per ben 20 mesi. Ha colore oro chiaro lucente, profuma di pompelmo, mandorla, ginestra; al gusto è intenso, fresco, ampiamente minerale e sapido, avvolgente, bellissimo nel suo percorso retrolfattivo dove si arricchisce di sfumature di spezie dolci.
Da non perdere.
Roberto Giuliani


Pubblicato in contemporanea su:

Alta Fedeltà
Internet Gourmet
Lavinium
Luciano Pignataro Wine Blog
Percorsi di Vino
Vinealia
WineSurf

Carlo Macchi Andrea Petrini Roberto Giuliani Luciano Pignataro Sefano Tesi Kyle Phillips Lorenzo Colombo Angelo Peretti


PROSSIMI APPUNTAMENTI
  1. Cantine d’Italia

    24 ottobre 2017
  2. Trent’anni trentini. Buon compleanno Vignaioli!

    3 novembre 2017 - 5 novembre 2017
  3. GUSTUS: Vini e sapori dei Colli Berici

    4 novembre 2017 - 6 novembre 2017
  4. Merano Wine Festival

    10 novembre 2017 - 14 novembre 2017
  5. Diventare Assaggiatore di Vino è facile

    16 novembre 2017
  6. Durello & Friends

    17 novembre 2017 - 19 novembre 2017
  7. “Enologica”, il Salone del vino e del prodotto tipico dell’Emilia Romagna

    18 novembre 2017 - 20 novembre 2017
  8. BaroloBrunello e il gioco del vino

    18 novembre 2017 - 19 novembre 2017
  9. LA SETTIMA EDIZIONE DEL MERCATO DEI VIGNAIOLI INDIPENDENTI

    25 novembre 2017 - 26 novembre 2017
  10. Radici del Sud

    27 novembre 2017