La temperatura di servizio

Ma a quale TEMPERATURA devono essere serviti i vini? Al di là delle sperimentazioni ­ assolutamente legittime e, a nostro avviso, doverose ­ i sacri testi indicano alcuni standard.
Per chi volesse conoscerli abbiamo scelto di proporre quelli indicati dalla Unione internazionale degli enologi Siamo certi che più di uno non sarà assolutamente d’accordo con noi, ma siamo altrettanto convinti che questo universo sia comunque terra di sperimentazione. Come la vita, d’altra parte…

vini spumanti
vanno serviti a 8°C, con una tolleranza di ± 1°C;

vini bianchi e rosati secchi
vanno serviti a 10°C, con una tolleranza di ± 1°C;

vini bianchi e rosati secchi con residuo zuccherino
vanno serviti a 12°C, con una tolleranza di ± 1°C;

vini rossi poco tannici e scarichi di colore
vanno serviti a 14°C, con una tolleranza di ± 1°C;

vini rossi mediamente tannici e di colorati
vanno serviti a 16°C, con una tolleranza di ± 1°C;

vini rossi tannici e di colore intenso
vanno serviti a 18°C, con una tolleranza di ± 1°C;

vini passiti e liquorosi
vanno serviti a 8°-18°C, con una tolleranza di ± 1°C.

Se non siete d’accordo liberi di provare diverse “combinazioni”… (m.d.)

Carlo Macchi Andrea Petrini Roberto Giuliani Luciano Pignataro Sefano Tesi Kyle Phillips Lorenzo Colombo Angelo Peretti


PROSSIMI APPUNTAMENTI