Montonale

Due Lugana di gran classe

Ne avevamo sentito parlare, ma non conoscevamo direttamente né l’azienda né i vini prodotti.
L’occasione si è presentata durante lo scorso Vinitaly e così lunedì 16 aprile, a cancelli appena aperti, ci siamo presentati presso lo stand di Montonale e, mentre assaggiavamo i suoi vini, Roberto Girelli ci ha raccontato la storia della sua azienda.

Una storia particolare che inizia ai primi del ‘900, quando Francesco Girelli piantò i primi due ettari di vigneto a Conta, frazione di Desenzano del Garda.
Passano gli anni e prima il figlio Aldo e quindi il nipote Luciano continuano il lavoro intrapreso acquisendo nuovi vigneti. Poi però arrivano i problemi, di natura ereditaria, e nel 1998 Luciano effettua l’ultima vendemmia.
Passano due anni e Luciano che ormai ha tre figli, riesce ad ottenere da un lontano parente due ettari di vigna.
Il secondogenito, Roberto, decide di ricominciare e nel 2002 escono le prime 800 bottiglie a nome Girelli, vendute agli amici.
Roberto decide a questo punto di fare sul serio, s’iscrive ad Enologia, e quindi, unitamente ai fratelli Claudio e Valentino, acquista nel 2005 altri cinque ettari di vigna.
I vigneti sono situati attorno alla cantina che ha preso il nome di Montonale, località situata nell’entroterra di Desenzano, a meno di tre chilometri in linea d’aria da Rivoltella e dalle sponde del Lago di Garda.
L’orientamento è nord-sud, per sfruttare la doppia ventilazione fornita dal lago ed il sistema d’allevamento è il Guyot.

Particolare è la cantina, che ha pareti costruite in paglia di riso -materiale traspirante- ed è dotata di un impianto fotovoltaico che la rende autosufficiente dal punto di vista energetico.

Sono sei i vini che escono dall’azienda; oltre ai due Lugana frutto della nostra degustazione e sotto descritti, viene prodotto un Garda Classico Chiaretto, che abbiamo velocemente assaggiato, un Metodo Classico da uve turbiana, con una sosta di 30 mesi sui lieviti e due vini rossi, uno da uve barbera e marzemino ed un classico taglio bordolese, da uve cabernet sauvignon e merlot.

Noi, come sopra menzionato, ci siamo dedicati all’assaggio dei due Lugana, che ci sono stati proposti in tre differenti annate.

Eccoli, brevemente descritti:

Lugana “Montunal”
Il vino prende il nome dal termine dialettale con cui è conosciuto il borgo di Montonale.
Prodotto con uve turbiana in purezza, pressate in assenza d’ossigeno e vinificate in acciaio utilizzando lieviti indigeni, il vino sosta in acciaio per almeno sei mesi, sottoposto a periodici batonnage.

2017 – Il colore è verdolino piuttosto scarico, buono il frutto anche se la presenza della solforosa (il vino è stato imbottigliato da poco) è molto evidente ed inficia un poco una corretta valutazione del prodotto.
Troppo giovane.

2016 – Color verdolino-paglierino di buona intensità.
Elegante al naso dove presenta leggere note idrocarburiche.
Sapido, verticale, idrocarburico, complesso, con un buon frutto.
Notevole.

2011 – Color verdolino luminoso.
Intenso al naso con eleganti note d’idrocarburi.
Fresco, minerale, verticale, integro, lunghissima la persistenza.
Un grandissimo vino.

Lugana “Orestillia”
Le uve –turbiana in purezza- provengono dall’omonimo vigneto di due ettari situato a sud di Montonale.
Anche in questo caso la pressatura avviene in assenza d’ossigeno e la vinificazione in acciaio dove il vino sosta per almeno otto mesi subendo periodici batonnage. Seguono almeno dieci mesi di bottiglia prima della commercializzazione.

2016 – Color verdolino luminoso.
Bel naso, elegante, discreto (ovvero non appariscente), buono il frutto (pesca bianca).
Fresco, sapido, succoso, con bella vena acida, leggera nota vanigliata e sentori di confetto, lunga la persistenza.
Notevole.

2015 – Verdolino scarico, intenso.
Leggere note idrocarburiche.
Meno integro del precedente, leggera pungenza.

2014 – Color verdolino, intenso e luminoso.
Elegante al naso, discreto, di buona complessità.
Elegante e complesso, note idrocarburiche e di pietra focaia, leggermente bruciante, lunga la persistenza.
Molto buono.
Lorenzo Colombo

Carlo Macchi Andrea Petrini Roberto Giuliani Luciano Pignataro Sefano Tesi Kyle Phillips Lorenzo Colombo Angelo Peretti


PROSSIMI APPUNTAMENTI
  1. WineUp Expo 2018

    19 luglio 2018 - 22 luglio 2018
  2. Che Grana il Grignolino!

    21 luglio 2018 @ 19:00 - 23:30
  3. Bottiglie Aperte 2018

    7 ottobre 2018 - 8 ottobre 2018
  4. FIVI: L’OTTAVA EDIZIONE DEL MERCATO DI PIACENZA

    24 novembre 2018 - 25 novembre 2018