Pinot di Pinot Spumante Brut “Special Edition”

 

Per la verità la versione “Special Edition” di questo vino – destinata esclusivamente ai canali Ho.Re.Ca.- è stata presentata all’inizio dell’estate 2016, ma noi l’abbiamo assaggiato solamente ora.
Viene proposto nelle due versioni: Brut e Rosé ed in entrambi i casi si tratta di un blend delle tre principali varietà di pinot: bianco, nero e grigio (manca il Meunier), vinificati ovviamente, in maniera diversa e spumantizzati in autoclave.La forma della bottiglia è quella dello storico -e famoso- vino (il Pinot di Pinot) creato nel 1980, cavallo di battaglia di Gancia  e sponsor di diverse gare di off-shore, solamente si presenta in versione trasparente e più elegante.

Noi abbiamo assaggiato la versione “Brut”

Nel bicchiere si presenta con schiuma abbondante ed evanescente, belle l’effervescenza, con bollicine sottili, numerose e persistenti. Il colore è verdolino luminoso.
All’olfatto è intenso e pulito, le note sono floreali-fruttate (frutta a polpa bianca, pesca soprattutto), accenni d’agrumi e leggere note affumicate. Un naso interessante ed intrigante, anche se non estremamente complesso (stiamo comunque parlando di un metodo Charmat).
Alla bocca il vino è fresco, sapido, pulito ed agrumato, ritroviamo i sentori di frutta bianca, pera e mela, oltre la pesca, la struttura è leggermente esile ed il fin di bocca denota una discreta persistenza su note leggermente vegetali.

Un prodotto complessivamente interessante nella sua categoria, adatto sia come aperitivo che per accompagnare spuntini estemporanei.
Lorenzo Colombo

 

 

Carlo Macchi Andrea Petrini Roberto Giuliani Luciano Pignataro Sefano Tesi Kyle Phillips Lorenzo Colombo Angelo Peretti


PROSSIMI APPUNTAMENTI
  1. Bottiglie Aperte 2018

    7 ottobre 2018 - 8 ottobre 2018
  2. FIVI: L’OTTAVA EDIZIONE DEL MERCATO DI PIACENZA

    24 novembre 2018 - 25 novembre 2018